Chiesa Veneta Comunicati

Alcuni cosidetti cattolici trevigiani dialogano con l´imam fondamentalista?

…La Chiesa veneta si guardi dai facili entusiasmi nel dialogo con i musulmani.
I fondamentalisti coranici, oltre a deturpare l’autentico volto dell’islam, sono i maestri degli adepti del terrore islamista, in ogni sua variante…


Sabato scorso, in occasione di un incontro per favorire il dialogo fra cattolici e musulmani svoltosi a Giavera del Montello (TV), l’imam invitato ha affermato, riguardo ai seguaci delle due religioni: «Noi siamo fratelli perché il padre dell’umanità è unico, Adamo, e la madre Eva. Perché, allora, deve esserci rivalità fra popoli, Stati, esseri? Siamo orgogliosi della vicinanza fra Cattolici e Islamici, che si manifesta in queste occasioni».
Figli di Adamo ed Eva ? Suvvia, si tratta di figure simboliche, indicanti l’uomo e la donna di ogni tempo, non di specifici personaggi storicamente esistiti.
Tale lettura di un libro sacro è un classico esempio di fondamentalismo: si legge "alla lettera" senza analisi filologica, linguistica e storico-culturale.
L’imam, al limite, avrebbe potuto parlare di comune figliolanza dell’umanità rispetto a Dio.
Davvero la Chiesa di Treviso vuole dialogare con questi signori ?
I sedicenti imam che non interpretano il Corano ricordano i deliri dei terroristi che uccidono in nome di Allah.
La Chiesa veneta si guardi dai facili entusiasmi nel dialogo con i musulmani.
I fondamentalisti coranici, oltre a deturpare l’autentico volto dell’islam, sono i maestri degli adepti del terrore islamista, in ogni sua variante.
Il Veneto Serenissimo Governo, in qualità di erede e continuatore della storia, tradizioni e  cultura della Veneta Serenissima Repubblica invita i cattolici veneti a trarre la dovuta lezione da questo episodio, ovvero a prendere le distanze da certi musulmani troppo frettolosamente accolti come "moderati".

Venezia, 08 ottobre `07
Per il Veneto Serenissimo Governo
Il responsabile delle questioni religiose
Andrea Bonesso

Lascia un commento