Comunicati

Sempre fedeli alla preghiera dell'Alpino

Chiediamo alle nostre truppe alpine di essere fedeli alla loro preghiera che li pone baluardo a difesa della nostra millenaria civiltà cristiana. Il Veneto Serenissimo Governo è al loro fianco, nell’impegno che la storia li pone a compiere, nella convinzione che un Veneto potrà essere indipendente se la barbarie islamista sarà messa nelle condizioni di non nuocere.


A giorni 550 alpini del 7° reggimento alpini si apprestano ad entrare in azione nella provincia Serba del Kosovo. Oggi ritorna ad essere zona di guerra il Kosovo e ciò è dovuto alla paventata proclamazione unilaterale d’indipendenza da parte del cosiddetto premier kosovaro Thaci.
Le nostre penne nere vanno in questo teatro di operazioni in un momento cruciale per la storia della nostra Europa; la proclamazione unilaterale d’indipendenza da parte del Kosovo rischia di legittimare internazionalmente la costituzione nel cuore dei balcani di uno Stato terrorista, guidato dai banditi dell’UCK.
Noi come Veneto Serenissimo Governo, erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica, non staremo in silenzio di fronte alla realizzazione di uno dei progetti criminali dell’internazionale islamista, piano che rischia di avverarsi con la complicità di vari Stati occidentali.
Nel contempo chiediamo alle nostre truppe alpine di essere fedeli alla loro preghiera che li pone baluardo a difesa della nostra millenaria civiltà cristiana. Il Veneto Serenissimo Governo è al loro fianco, nell’impegno che la storia li pone a compiere, nella convinzione che un Veneto potrà essere indipendente se la barbarie islamista sarà messa nelle condizioni di non nuocere.
Venezia, 27 gennaio ’08

Per il Veneto Serenissimo Governo
Il Ministro degli Esteri
Demetrio Serraglia

Lascia un commento