Comunicati

Con Alessio II se ne va un difensore dei valori evangelici e dell’identità europea.

Nell’esprimere la vicinanza e le condoglianze al patriarcato di Mosca e alla nazione russa, il Veneto Serenissimo Governo, in quanto erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica auspica che, proprio in considerazione della comune eredità evangelica, le Chiese ortodossa russa e cattolica proseguano decisamente il cammino verso la piena unità e la valorizzazione dell’unica identità europea….

E’ fatto recente la scomparsa del Patriarca di tutte le Russie, Alessio II.
Un uomo al vertice della Chiesa ortodossa russa in un periodo difficile (1990-2008), ma ricco di trasformazioni nella società russa.
Uno strenuo e convinto difensore di valori e principi cristiani; gli stessi che forgiarono, uniti alla tradizione ebraica, la comune identità europea.
Principi e valori che continueranno ad essere faro per i popoli europei tutti.
Nell’esprimere la vicinanza e le condoglianze al patriarcato di Mosca e alla nazione russa, il Veneto Serenissimo Governo, in quanto erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica auspica che, proprio in considerazione della comune eredità evangelica, le Chiese ortodossa russa e cattolica proseguano decisamente il cammino verso la piena unità e la valorizzazione dell’unica identità europea.

Longarone, 7 dicembre 2008.

 

Per il Veneto Serenissimo Governo
Il Presidente
Luca Peroni
Il responsabile Dip. Affari religiosi
Andrea Bonesso

Commenti