Comunicati Radio Nazionale Veneta

Intervista di Radio Nazionale Veneta al ministro Tatiana Valovaya

RADIO NAZIONALE VENETA

Intervista del presidente di Radio Nazionale Veneta, Valerio Serraglia, al ministro della integrazione e della macroeconomia della Commissione Economica Euroasiatica (U.E.E.A.) dottor Tatyana Valovaya, rilasciata a Verona il 19-20 ottobre 2017 all’interno del X° Forum.

D. Il mar Mediterraneo può assumere un ruolo per gli interscambi commerciali tra i paesi del centro e sud Europa e quelli aderenti alla comunità euroasiatica?

R. Non solo questo rapporto può svilupparsi ma deve svilupparsi con i paesi mediterranei, e l’Italia in particolare, che hanno un posto di rilievo con la comunità euroasiatica e apre una porta con altri paesi, come il Kazakistan, che fanno parte dello stesso spazio euroasiatico. E’ anche dimostrato dagli interventi alla conferenza al Forum di Verona da parte di altri colleghi, per cui l’Italia in tal modo può diventare non solo un intermediario ma un promotore dello sviluppo tra i paesi del Mediterraneo e lo spazio euroasiatico che noi rappresentiamo.

D. Tutto questo piano per lo sviluppo economico rientra non solo all’interno degli interessi economici evidenti, ma fa parte dei tradizionali e storici rapporti di amicizia tra i popoli euroasiatici e il popolo veneto, che andranno sviluppati e approfonditi anche nel futuro.

R. Lei ha perfettamente ragione; infatti in Russia tutti ricordano il nome illustre di Marco Polo, il viaggiatore veneto. Un altro poco conosciuto veneziano, ma altrettanto importante per la Russia si chiamava Giovanni Friasin, un business man, un viaggiatore veneto, ha fatto un servizio molto particolare alla Russia: ha trovato una sposa per lo zar Ivan III. Questa sposa era nipote dell’ultimo imperatore di Bisanzio e si chiamava Sofia Paleologa. Questo matrimonio è stato cercato dallo zar e dal Papa e si è potuto attuare grazie al veneto Giovanni Friasin e così grazie a questo evento nello stemma della Russia l’aquila bicipite guarda sia a Oriente che a Occidente. Per cui i veneti, in più occasioni hanno contribuito al rafforzamento dei rapporti tra la Russia e l’occidente, e tra l’euroasia e l’Europa. Questo fattore sicuramente potrà ripetersi con il contributo dei nuovi veneti, dei nostri giorni.

D. E’ importante la nostra presenza sia al Forum di San Pietroburgo sia a quello di Verona, per la conoscenza e il rafforzamento dei nostri rapporti.

R. Sull’amicizia siamo d’accordo con voi; siete sempre i benvenuti a San Pietroburgo. Il prossimo anno il Forum sarà anticipato al 24-26 maggio 2018 per la concomitanza con i campionati del mondo di calcio, che si terranno in Russia, allora per non coincidere abbiamo spostato le date. Questo Forum sarà una piattaforma molto preziosa per lo sviluppo dei rapporti proficui, economici e di amicizia tra Europa ed Euroasia. Arrivederci a San Pietroburgo!

Verona, 19 ottobre 2017

Radio Nazionale Veneta

www.radionazionaleveneta.org

e-mail: radio@radionazionaleveneta.orgvalerio.serraglia@libero.itkancelliere@katamail.com,

Tel. +39 3287051773 — +39 3406613027

Commenti