Comunicato stampa in riferimento all’aggressione NATO alla Repubblica Federativa Jugoslava

Il Veneto Serenissimo Governo esprime in primo luogo la sua umana solidarietà alle popolazioni civili Serbe, Kosovare e Montenegrine così duramente colpite da questi terribili bombardamenti.

 

Il Veneto Serenissimo Governo esprime in primo luogo la sua umana solidarietà alle popolazioni civili Serbe, Kosovare e Montenegrine così duramente colpite da questi terribili bombardamenti. Il V.S.G. ritiene la scelta fatta dalla NATO un tragico e fatale errore politico – militare trasformando così questa organizzazione da difensiva a offensiva, facendogli così perdere ogni legittimazione. A ciò si aggiunge un aspetto molto triste per noi Veneti: il comando NATO per il Sud Europa ha come simbolo il vessillo Veneto con il Leone Marciano, questo sacro simbolo millenario da sempre punto di riferimento nella difesa della libertà viene coinvolto e infangato in operazioni di aggressione ad un paese sovrano e cristiano in spregio ad ogni regola di diritto internazionale e bellico. Se è vero che i Kosovari hanno il diritto di essere rispettati come ogni altro popolo della terra è altrettanto vero che anche il Veneto e il suo popolo, che esiste da migliaia di anni, hanno lo stesso diritto.
E non si riesce a comprendere perché i patrioti Veneti, Antonio Barison, Andrea Viviani e Luca Peroni, avendo come unica colpa l’amore per la propria terra debbano languire in carcere.
Il Veneto gravato da pesanti servitù militari non per colpa sua si trova sotto la concreta possibilità di ritorsioni militari.
Pertanto il Veneto Serenissimo Governo ritiene responsabile il governo di Roma di qualsiasi incidente possa succedere al Veneto e al Suo Popolo.
            

                                                                                              Il Portavoce
del Veneto Serenissimo Governo
                                                                                                         Fausto Faccia