Comunicati Notizie

I VENETI NON SONO ITALIANI!

image_pdfimage_print

Il Veneto Serenissimo Governo, erede e continuatore della Storia, Cultura e Tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica, fin dalla sua ricostituzione nel 1987 si è fatto garante di fare in modo che il Popolo Veneto potesse esprimere la propria volontà riguardo il proprio destino di nazione storica d’Europa.

Il 22 ottobre 2017 la maggioranza del Popolo Veneto si è espressa a favore del quesito referendario, il quale recitava “VUOI CHE ALLA REGIONE DEL VENETO SIANO ATTRIBUITE ULTERIORI FORME E CONDIZIONI PARTICOLARI DI AUTONOMIA?”,spetta quindi al Popolo Veneto decidere il grado di autonomia che desidera e a cui aspira. Colui il quale doveva essere garante del risultato elettorale, ovvero Luca Zaia nella sua veste di presidente della regione, con la sua presenza alla manifestazione leghista di Milano del 24/02/2018 ha di fatto abdicato al ruolo di garante che il Popolo Veneto gli aveva affidato. Ha abdicato, non tanto perché ha partecipato ad una manifestazione della Lega, ma perché sostiene un candidato premier (Matteo Salvini) che ha come slogan “prima gli italiani”, cosa in netto contrasto con il Popolo Veneto che è altro rispetto all’italia e ai crimini che essa ha perpretrato e continua a provocare in ogni angolo del mondo. Di fatto Luca Zaia con questo atto ratifica lo status del Veneto come colonia italiana e assume il ruolo di lunga mano dell’occupante italiano.

A fronte di questa presa di posizione pro italia di Luca Zaia, ogni atto che da esso verrà sottoscritto in merito all’autodeterminazione del Veneto sarà comunque nullo.

Il Veneto Serenissimo Governo ribadisce ulteriormente il proprio appello al Popolo Veneto perché diserti le urne per le elezioni al parlamento italiano del 4 marzo 2018.

Il Veneto Serenissimo Governo, prendendo atto di questi avvenimenti, con estrema responsabilità nei confronti del Popolo Veneto e per tutelare il risultato referendario del 22 ottobre 2017 decreta la mobilitazione generale ed é pronto a proporre un vero Patriota alla carica di presidente del Veneto alle prossime votazioni, il quale come primo atto proclamerà l’indipendenza del Veneto dall’italia, e il consiglio con lui eletto diverrà assemblea costituente veneta per stabilire il nuovo ordinamento della rinata Veneta Serenissima Repubblica.

Fin da ora chiediamo la costituzione di comitati elettorali che sostengano questa candidatura che ci dovrà portare all’indipendenza del Veneto.

Avanti per la libertà, la libertà del nostro Popolo Veneto.

Venezia-Longarone, 26 febbraio 2018

Il Vice Presidente

del Veneto Serenissimo Governo

Andrea Viviani

Commenti