Comunicati Vento del Leone

Messaggio automatico inviato dal "robot" Mario Bonamigo

Annullamento conferenza "Federalismo e Scuola"

… Vorrei inoltre chiarire che all’interno dei Giovani Veneti non c’è mai stato nessun laboratorio per la creazione della "Libera Grafia Veneta" e che le discussioni sulla lingua riguardavano solo attività per la diffusione della grafia che Alessandro Mocellin stava sviluppando in qualità di ministro consigliere del V.S.G….

 

Mi scuso per il disturbo, ma sono costretto ad inviare questa mail vista l’ultima presa di posizione dei Giovani Veneti (movimento di cui io sono uno dei fondatori).
In questi ultimi giorni il movimento Giovani Veneti ha preso delle posizioni nei confronti del Veneto Serenissimo Governo che io non condivido. Il fatto altresì grave è che queste non sono frutto di una democratica discussione tra i 3 principali promotori: Alessandro Battistel, Alessandro Mocellin e il sottoscritto.
Il comunicato è stato creato e inviato senza che io venissi informato o preso in considerazione. D’altronde intuendo benissimo la mia posizione a riguardo hanno ben pensato di consultarmi a cose fatte, in modo da poter agire unilateralmente (si sa la democrazia rallenta i processi decisionali). Che per loro la democrazia fosse un valore accessorio (utile solo quando fa comodo) mi era ben chiaro da discussioni avute in precedenza, ma ciò contrasta con i valori che tutti noi abbiamo sottoscritto nel Manifesto, valori di partecipazione e di ascolto, valori che nella Serenissima avevano grande importanza, ma che a quanto pare, quando creano problemi, possono essere accantonati.
Inoltre all’interno dei Giovani Veneti vige una sorta di "oligarchia", come nei migliori tempi della Repubblica di Venezia. Peccato che questa "oligarchia" sia formata da sole 2 persone che considerano il sottoscritto più come uno strumento per creare siti e prenotare sale, che come un loro pari.
Vorrei inoltre chiarire che all’interno dei Giovani Veneti non c’è mai stato nessun laboratorio per la creazione della "Libera Grafia Veneta" e che le discussioni sulla lingua riguardavano solo attività per la diffusione della grafia che Alessandro Mocellin stava sviluppando in qualità di ministro consigliere del V.S.G.
Non c’è stata nessuna discussione nemmeno per riconoscere la paternità ne tanto meno la proprietà intellettuale. D’altronde, essendo stata sviluppata all’interno del VSG io non posso attribuirne la paternità, ma mi sarei opposto alla proprietà intellettuale visto che la grafia è di Pubblico Dominio, essendo stata proposta da Mocellin come ministro di un governo e come dichiarato da lui stesso ne "Il Vento del Leone": "E’ proprio perché potesse rientrare nel patrimonio di tutti i Veneti che l’ho pensata e creata." Tipica frase di donazione al Pubblico Dominio.
Ora mi rendo conto che questi sono problemi interni, ma ritengo che il mio intervento sia utile per far capire all’esterno il motivo per cui ritengo che Alessandro Mocellin e Alessandro Battistel non abbiano alcun diritto nel firmarsi come Giovani Veneti nel comunicato "Il Veneto Serenissimo Governo getta la maschera".
A causa di questi comportamenti e della mancata fiducia che nutro nei loro confronti, in qualità di unico responsabile della sala dove si terrà la conferenza del 13 dicembre, annullo la conferenza non approvando la recente condotta di Mocellin e di Battistel.

Mario Bonamigo

PS: Invito il Mocellin (che già si annovera tra gli immortali o forse si confonde con il suo omonimo Manzoni) a rivolgersi alla magistratura italiana per eventuali dispute sulla proprietà privata, e di non abusare dei Giovani Veneti e del tempo dei nostri sottoscrittori e sostenitori per scopi personali.

Lascia un commento